Home
indietro
Radio Amicizia del 21 maggio 2007
21 mag 2007 - 12.02

Ventimiglia: forfait di 4 candidati su 5 all'incontro sulla sanità, la risposta del Comitato Intemelio per la dife
Sanremonews del 22 maggio 2007
Riunione per il Saint Charles: solo Scullino era presente


Si è svolto ieri l’incontro organizzato dai candidati alla carica di
Il Secolo XIX 15 aprile 2007
Scajola incorona Scullino
"E' stata la scelta migliore"
Ieri in Comune la presentazione ufficiale del candidato del centrodestra
Il Secolo XIX 31 marzo 2007

I tre moschettieri del Polo "Commercio da difendere"
Scullino, Negroni e Bosio: battesimo ufficiale dopo le ultime polem

La Stampa 31 marzo 2007

La Casa delle Libertà ha calato gli assi

ACCORDO E NOMI LE SCELTE ILLUSTRATE IERI A IMPERIA DAI VERTICI DEL

Il Secolo XIX 31 marzo 2007


I tre moschettieri del Polo "Commercio da difendere"
Scullino, Negroni e Bosio: battesimo ufficiale dopo le ultime polemiche


IMPERIA. Tutti insieme. Magari non appassionatamente ma insieme. E' stato siglato ufficialmente ieri mattina nell'insolita cornice della sala congressi dell'Hotel Croce di Malta di Borgo Marina, dai massimi vertici provinciali di Forza Italia, Gabriele Saldo, Alleanza Nazionale, Paolo Strescino, Udc, Ninetto Sindoni, e Lega NOrd, Mariano Porro, il patto di ferro in vista delle elezioni amministrative dei tre principali comuni chiamati al voto: Ventimiglia, Bordighera e Taggia. Dopo la temperatura delle scorse settiman, con An e Udc pronti a sostenere candidati propri, è arrivata - attesa e auspicata - la quiete.
Una pax politica definitiva? Difficile dirlo, almeno per ora. Quel che è certo è che nei tre comuni più grossi al voto, la CdL si presenterà unita e compatta, pronta a difendere la sua leadership. La cerimonia di investitura uffiviale dei tre candidati sindaci di centro-destra - Gaetano Scullino per Ventimiglia, Giovanni Bosio per Bordighera, confermato, e Maurizio Negroni per Taggia - è stata battezzata da Saldo che ha sottolineato come "un acceso dibattito interno, magari anche litigando, è l'unico capace di produrre scelte di buon senso, all'insegna della coerenza e della linearità politica".
Gli ha fatto eco Paolo Strescino "Dopo le discussioni dei primi giorni
- ha detto il coordinatore provinciale di An - all'interno della coalizione ha prevalso la logica del buon sens, con la consapevolezza che il programma condiviso, prima di ogni altra cosa , comprese le candidature, fosse la priorità assoluta".
Ninetto Sindoni, Udc, si è dichiarato soddifatto per il lieto fine, anche dopo momenti di aspro e caldo confronto del dibattito di coalizione. Alla fine ha prevalso il programma - ha poi aggiunto - saremo alleati fedeli e coerenti, una garanzia". (omissis)
Decisamente concreto il legista Porro: "Il dibattito interno al centro-destra non è sinonimo di litigio e frattura - ha spiegato - ma di confronto. Ce ne fossero di più...sarebbe anche meglio. Quando abbiamo corso da soli, come a Bordighera er aperchè non eravamo d'accordo con il programma dei nostri alleati. Questa volta non è così...per cui abbiamo sposato tutte e tre le candidature di Scullino, Bosio e Negroni".
(omissis)

Giorgio Bracco

INVIA AD UN AMICO

© 2004 - 2013 Gaetano Scullino. Tutti i diritti sono riservati. Credits
L'utilizzo di questo sito web implica l'accettazione dei termini per l'uso.